Investire nel mercato azionario dell’Arabia Saudita


Uno dei principali mercati emergenti a livello globale, il mercato azionario in Arabia Saudita offre opportunità uniche per gli investitori che cercano di far crescere il proprio capitale in Medio Oriente.

Ci sono diversi modi in cui è possibile investire nei mercati azionari del paese e aumentare la propria ricchezza nel corso degli anni di residenza: Azioni, Sukuk & Obbligazioni, Fondi negoziati in Borsa (ETF), Trust di Investimento Immobiliare (REIT), Fondi di Investimento a Scadenza (CEFs) e Derivati.

Come diventare un investitore

Prima di entrare nel mercato azionario dell’Arabia Saudita e prendere qualsiasi decisione di investimento, assicurati di essere pienamente consapevole dei rischi e dei rendimenti potenziali degli investimenti, oltre a conoscere chiaramente i criteri per qualificarsi per il trading in questi mercati.

Borsa Saudita

La Borsa Saudita è di proprietà del Gruppo Tadawul Saudita. È autorizzata dal Regno dell’Arabia Saudita ad agire come scambio, quotazione e negoziazione di titoli. Principalmente svolge attività di quotazione e negoziazione di titoli, insieme a depositi, trasferimenti, compensazioni e regolamenti.

Per fare trading sulla Borsa Saudita, gli investitori devono essere cittadini sauditi o del CCG o residenti sauditi registrati. Un investitore deve visitare una società membro della Borsa per aprire un portafoglio di investimento.

La società membro verificherà l’idoneità dell’investitore per l’apertura di un portafoglio in base alle condizioni stabilite dalla Società Deposito Titoli nota anche come Edaa.

Gli investitori idonei per la borsa valori includono persone fisiche, società per azioni e a responsabilità limitata, persone autorizzate, istituzioni e associazioni caritative e sociali, dotazioni, fondi comuni d’investimento autorizzati, istituzioni pubbliche e fondi governativi.
 

Documenti richiesti

I cittadini sauditi, del CCG e i residenti sauditi che soddisfano i criteri di idoneità devono fornire documenti di identificazione per accedere al sistema di deposito e regolamento: una copia della carta di identità o del libretto di famiglia per cittadini sauditi e del CCG e una copia di una carta di residenza valida (Iqama) e il passaporto per i non cittadini del CCG o residenti sauditi registrati.

Le aziende che intendono registrarsi alla Borsa Saudita devono presentare una copia del registro commerciale, dello statuto della società, una copia della delibera del consiglio di amministrazione che approva un portafoglio di investimento per l’azienda e copie delle carte di identità dei membri del consiglio di amministrazione.
Per tutte le persone autorizzate, devono essere presentate copie del registro commerciale, della licenza e di una lettera di impegno nell’attività commerciale alla Borsa Saudita. Una persona autorizzata può quindi prendere decisioni di acquisto/vendita per i propri clienti senza fare riferimento al proprietario dell’account in base ai termini concordati.
 

Investitori internazionali

Gli investitori internazionali hanno accesso diretto al mercato azionario saudita attraverso il programma di Investitori Stranieri Qualificati (QFI) del paese. Il programma è stato introdotto nel 2015 e successivamente modificato nel giugno 2019 per semplificare i requisiti di registrazione ed espandere la gamma degli investitori.

Per qualificarsi come investitore straniero, è necessario completare moduli di dettagli QFI, fornire una copia del certificato di incorporazione o documenti equivalenti, evidenza dello status regolamentare e copia del suo rapporto annuale e dei conti più recenti, bilanci finanziari auditati e eventuali dettagli della sospensione di licenze o autorizzazioni da parte di un regolatore. Un investitore straniero deve inoltre fornire un elenco delle affiliate QFI e divulgare gli investimenti in società quotate.

Un investitore internazionale non deve possedere il 10% o più delle azioni di qualsiasi emittente e non è autorizzato a possedere più del 49% delle azioni in totale tranne che per gli investitori stranieri strategici. Un investitore straniero strategico è un’entità giuridica che mira a possedere un determinato percentuale diretto delle azioni di una società quotate per due anni o più.

Gli ammissibili per gli investitori internazionali includono banche, intermediari e società di intermediazione mobiliare, compagnie di assicurazioni, fondi d’investimento e entità governative e correlate al governo.

Tutti gli investitori stranieri devono essere autorizzati o essere soggetti a sorveglianza regolamentare. Escludendo le entità correlate al governo, tutti i richiedenti devono avere attività sotto gestione di almeno $500 milioni.
 

Investire in Nomu – il mercato parallelo dell’Arabia Saudita

Nomu è una piattaforma alternativa della Borsa Saudita per le aziende che intendono diventare pubbliche. La piattaforma di scambio ha requisiti comparativamente inferiori e di conseguenza il suo mercato è limitato a investitori qualificati che soddisfano i criteri stabiliti.

Per essere designato come investitore qualificato è necessario soddisfare almeno uno dei seguenti criteri.

  1. Istituzioni del mercato dei capitali che operano per proprio conto.
  2. Una persona autorizzata che prende decisioni per conto del cliente riguardanti l’accettazione di un’offerta e l’investimento in Nomu senza ottenere preventivamente l’approvazione del cliente.
  3. Il governo dell’Arabia Saudita e qualsiasi entità correlata, autorità sovranazionale riconosciuta dalla Borsa e qualsiasi altra borsa riconosciuta da Edaa.
  4. Aziende pubbliche direttamente o attraverso un portafoglio gestito da una persona autorizzata.
  5. Aziende e fondi costituiti in uno stato membro del GCC.
  6. Fondi d’investimento.
  7. Stranieri non residenti autorizzati a investire in Nomu e che soddisfano i requisiti delineati nella nota informativa per l’investimento di stranieri non residenti nel mercato parallelo.
  8. Istituzioni finanziarie straniere qualificate.
  9. Qualsiasi altra persona legalmente autorizzata ad aprire un conto di investimento in Arabia Saudita e un conto presso Edaa.

 

Fonte: Arabpress