EAU: le regole del Ramadan per i non musulmani


Il Ramadan è un momento speciale per i musulmani di tutto il mondo e la comunità musulmana degli Emirati Arabi Uniti non fa eccezione.

Il Ramadan è il nono mese del calendario islamico ed è osservato come un periodo di digiuno, riflessione spirituale, devozione e carità. Negli Emirati Arabi Uniti, il mese sacro è contrassegnato da varie tradizioni e usanze seguite dai musulmani, così come dai non musulmani che vivono o visitano il paese.

L'inizio del Ramadan cambia ogni anno in base al calendario islamico, che consiste in 12 mesi lunari per un totale di 354 o 355 giorni. Ciò fa sì che il mese di digiuno si sposti fino a 10 giorni prima di ogni anno nel calendario gregoriano.

Quest'anno dovrebbe cadere il 22 o 23 marzo fino al 21 aprile. Tuttavia, le date possono variare in base all'avvistamento della nuova luna crescente che indica il mese dell'arrivo di Shawwal, o comunque dopo il 30° giorno di Ramadan.

È importante che i residenti o i turisti non musulmani negli Emirati Arabi Uniti comprendano le regole e l'etichetta che circondano il mese sacro per garantire il rispetto della cultura e delle tradizioni locali.

 

Regole per i non musulmani 

 

Anche se i non musulmani non sono tenuti a digiunare durante il Ramadan, devono rispettare le usanze e le tradizioni di questo mese. Il governo degli Emirati Arabi Uniti ha regole che i non musulmani devono seguire, che includono l'astenersi dal mangiare, bere, fumare o masticare gomme in pubblico durante le ore di digiuno.

Ci si aspetta che i non musulmani evitino di assumere qualsiasi comportamento aggressivo, di ascoltare musica ad alto volume, di indossare abiti inappropriati e di utilizzare qualsiasi linguaggio offensivo. Sono anche incoraggiati ad accettare gli inviti all'Iftar, ovvero il pasto che si consuma al tramonto e rompe il digiuno diurno, unendosi così allo spirito della stagione.

Mentre la maggior parte delle persone negli Emirati Arabi Uniti digiuna durante il giorno, alcuni centri commerciali e ristoranti rimangono aperti per servire i non musulmani, i bambini e gli anziani. È importante ricordare che questi luoghi devono comunque aderire alle norme e ai regolamenti stabiliti dal governo degli EAU in questo periodo.

 

Orario di lavoro del Ramadan

Durante il Ramadan, coloro che lavorano negli Emirati Arabi Uniti possono aspettarsi orari di lavoro più brevi. Secondo la legge sul lavoro del paese, i lavoratori del settore privato di norma sono tenuti a lavorare 8 ore al giorno o 48 ore alla settimana. Tuttavia, durante il mese sacro, l'orario di lavoro è ridotto di due ore, il che significa che i lavoratori dovranno lavorare solo 6 ore al giorno o 36 ore alla settimana.

Coloro che digiunano mantengono fino a 14 ore di digiuno al giorno. Ogni giorno, la durata del digiuno aumenta di alcuni minuti, quindi è importante pianificare la giornata di conseguenza.


Eid al-Fitr e altre festività

Dopo il Ramadan si festeggia l’Eid al-Fitr, la festa della fine del digiuno. Le date esatte saranno confermate dal comitato per l’avvistamento della luna, per ora sappiamo che dovrebbe essere celebrata circa dal 20 al 23 aprile.

In aggiunta, ci sono ufficialmente altre cinque occasioni nel 2023 in cui i residenti degli Emirati Arabi Uniti avranno uno o più giorni liberi.

Questo l’elenco delle festività approvate dal governo degli Emirati Arabi Uniti per il 2023:

· Arafah Day: 27-28 giugno

· Eid al-Adha: 28 giugno - 1 luglio

· Capodanno Hijri: 21 luglio

· Compleanno del profeta Mohammad: 29 settembre

· Festa nazionale: 2-3 dicembre


 

Gli Emirati Arabi Uniti sono un paese che accoglie persone di ogni fede e provenienza e durante il Ramadan è importante che tutti i residenti e i visitatori mostrino rispetto e sostegno alla comunità musulmana. Seguendo le usanze e le tradizioni del mese sacro, i non musulmani possono contribuire a creare uno spirito di unità e cooperazione, immergendosi nella cultura del posto e vivendo un’esperienza unica e intensa.

 

Fonte: al-Arabiya news