Progetto di parco tecnologico sostenuto dall’Italia

Il Consolato Generale d’Italia a Gerusalemme attraverso il Programma Ali della Colomba-Palestinian Municipality Support Program (PMSP) ha promosso il progetto di parco tecnologico e ambientale per valorizzare le risorse e la crescita sostenibile di Hebron.

Hebron è  sede di due università ed è il principale centro manifatturiero della Palestina (ne rappresenta il 50% del PIL) specializzato in particolare nei settori della meccanica, industria alimentare, filiera del cuoio e della lavorazione di marmi e graniti.

Il modello di riferimento per il Parco palestinese è quello del Parco Scientifico Tecnologico per l’Ambiente di Torino che attualmente ospita circa settanta imprese e diversi laboratori nei settori green building, energie rinnovabili e innovazione.

È previsto che il Dipartimento di cooperazione della città di Torino abbia un ruolo chiave nell’intero progetto, cui partecipa anche l’unità di cooperazione internazionale del Comune di Milano, già attiva nei Territori Palestinesi con diversi programmi incentrati su pianificazione urbana, gestione dei rifiuti, cooperazione universitaria.

Attraverso lo strumento della Cooperazione, l’Italia mette a disposizione del settore privato linee di credito a supporto delle Piccole e Medie Imprese palestinesi per un totale di 25 Milioni di Euro nonché linee di credito per l’imprenditoria femminile e giovanile e per lo sviluppo del credito cooperativo per un totale di oltre 20 Milioni di Euro.