Nuove regole per il controllo dell’indebitamento delle imprese

<p style="text-align: justify;">Secondo le nuove regole di spesa, le imprese statali dovranno sottoporre all&rsquo;approvazione preventiva del Ministero delle Finanze ogni ricorso all&rsquo;indebitamento. Il provvedimento mira a centralizzare il controllo sull&rsquo;indebitamento per evitare un eccessivo ricorso al credito, soprattutto in vista degli investimenti infrastrutturali legati ai mondiali di calcio del 2022. Le imprese detenute per quote significative dallo Stato dovranno sottoporre ad approvazione tutte le fonti di obbligazione creditizia quali prestiti bancari, emissioni obbligazionarie e derivati. Resteranno escluse dal provvedimento la Qatar Petroleum e le sue controllate in virt&ugrave; degli abbondanti flussi di cassa generati grazie al controllo quasi esclusivo delle infrastrutture oil&amp;gas del paese.</p>