Fondo d’investimenti del Kuwait entra nel Fondo Strategico Italiano

Il fondo di investimenti Kia Investment Authority (KIA) ha investito 500 milioni di euro (di cui 350 già versati) in Fsi Investimenti, la società controllata dal Fondo Strategico Italiano che fa capo alla Cassa Depositi e Prestiti. L’operazione è stata realizzata attraverso un contestuale aumento di capitale per lo stesso ammontare. Kia deterrà il 23% di Fsi Investimenti e si tratta del maggior contributo della Kuwait Investment Authority in veicoli d’investimento posseduti da altri Paesi. Tra gli investimenti più rilevanti realizzati finora da Fsi e confluite in Fsi Investimenti, figurano 100 milioni in Kedrion (farmaceutica), 200 milioni in Metroweb (fibra ottica e telecomunicazioni), 151 milioni in Valvitalia (impianti per il settore petrolifero) e 205 milioni in Sia (automazione bancaria). 

Confluirà in Fsi Investimenti Ia Made in Italy Investment Company, una joint venture costituita lo scorso anno con il fondo sovrano del Qatar. Resteranno invece fuori dall’alleanza altre partecipazioni: come la quota di Generali, che Fsi deve cedere entro fine 2015, e il pacchetto di Ansaldo Energia, dove di recente sono entrati i cinesi di Shanghai Electric.

I manager di Kuwait Investment Authority sono stati convinti dalle potenzialità di sviluppo delle imprese attualmente in portafoglio, ma anche dal piano di acquisizioni presentato sulla base di una considerazione di fondo: in Italia operano centinaia di aziende con grandi potenzialità di crescita, anche all’estero, ma che necessitano di capitali per lo sviluppo. In particolare, sono oggetto di valutazione soprattutto i settori Fashion, alimentare e delle utility. Tranne casi eccezionali, si tratterà comunque di partecipazioni di minoranza come è nello statuto del Fondo la cui strategia è mirata soprattutto a far crescere le partecipate.