Finanziamenti e investimenti per $ 15 miliardi

 

In occasione della conferenza Invest in Tunisia 2020, Istituti finanziari e Governi internazionali hanno impegnato $ 14,8 miliardi in investimenti, prestiti e aiuti nel periodo 2016-2020. Le risorse saranno erogate soprattutto nella forma di prestiti agevolati per progetti a sostegno dell’occupazione giovanile e dell’innovazione. 

Il programma di sviluppo del Paese intende attrarre investimenti diretti esteri e contribuire alla crescita dell’economia che nei primi 9 mesi del 2016 ha fatto registrare un aumento dell’1,2% con prospettive di crescita superiori nel medio-lungo periodo grazie a migliori condizioni di sicurezza, stabilità politica e partecipazione del settore privato stimolata dalle recenti normative sul Partenariato pubblico privato e sugli investimenti.

Gli impegni d’investimento e finanziamento assunti nel corso della Conferenza sono i seguenti:

– € 650 milioni annui dalla Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo, incluso un prestito di € 46.5 milioni, in partenariato con la  Banca Europea degli Investimenti, alla Société Tunisienne de l’électricité et du gaz per realizzare progetti di reti elettriche intelligenti; 

– € 2,5 miliardi fino al 2020 da parte della Banca Europea degli Investimenti, inclusi: € 369.5 milioni per l’innovazione delle Pmi; € 123  milioni per la realizzazione di opere infrastrutturali a Biserta; € 100 milioni per lo sviluppo della rete 4G di Tunisia Telecom’s;

– $ 1.5 miliardi nel periodo 2016-2020 dall’Arab Fund for Social & Economic Development;

– $ 5 miliardi nel periodo 2016-2020 dalla Banca Mondiale a sostegno del settore privato, delle aree meno accessibili, dell’occupazione e    dell’innovazione;

– $ 1,8 miliardi nel periodo 2016-2020 dalla Banca Africana di Sviluppo (ADB);

– $ 2 miliardi dalla Banca Islamica di Sviluppo (IDB);

– $ 1,25 miliardi dal Qatar;

– € 1,2 miliardi dalla French Development Agency nel periodo 2016-2020 per progetti di trattamento delle acque, adeguamento ai cambiamenti climatici, sviluppo dei settori: energie rinnovabili, micro finanza e idrocarburi con particolare riferimento ai fosfati;

– € 300 milioni dal Governo della Germania per progetti nel settore eolico, desalinizzazione e nelle industrie alimentare, farmaceutica, chimica e automotive;

– € 300 milioni dalla Commissione Europea dal 2017 al 2020 e $ 800 milioni complessivi dalle Istituzioni Europee fino al 2020;

– $ 800 milioni dal Saudi Fund for Development; 

– $ 500 milioni nei prossimi cinque anni dal Kuwait Development Fund che finanzierà la realizzazione di un impianto di desalinizzazione presso Kerkennah;

– € 260 milioni dall’Italia;

– $ 250 milioni dal Governo della Svizzera entro il 2020;

– un progetto da $ 2,8 miliardi per la realizzazione della Tunis Bay Gulf Finance House (GFH) da parte di una società del Bahrein; i lavori, già avviati, includono la realizzazione di un centro finanziario;

– un progetto turistico da $ 200 milioni che sarà realizzato dal gruppo del Qatar Al Majida;

– $ 100 milioni da parte del Governo della Turchia;

– progetto di sviluppo di un centro manifatturiero microsatellitare che sarà realizzzato dalle società Telnet e Airbus Safran;

– realizzazione di un impianto di assemblaggio Peugeot da parte della società locale Stafim e della francese PSA Group.