RASSEGNA STAMPA – Ruolo italiano nel mondo? Servono più energie

 

Unione Sarda, 3 febbraio 2017

La cooperazione economica mediterranea riparte da Cagliari, dove il 17 e il 18 marzo si terrà la terza Borsa internazionale delle imprese italo-arabe. Un appuntamento annunciato ieri nel Meeting che mercoledì ha visto Massimo D’Alema tra i relatori con il ministro dell’Agricoltura libanese Ghazi Zeiter, l’ex ambasciatore siriano in Italia Samir al Kassir e il presidente di Assadakah Mondino Schiavone. 

Per l’ex premier un’occasione per mettere a fuoco il ruolo che l’Italia può giocare nei nuovi scenari internazionali: «Dipende – ha spiegato D’Alema – dalle risorse e dalle energie che metterà in campo il Paese, oggi molto ripiegato sulla sua crisi per esercitare un grande ruolo internazionale. Mi pare che l’impegno prioritario del governo sia garantire la stabilità della Libia: speriamo di non essere lasciati soli». 

Poi un passaggio su Trump: «Il bando verso gli immigrati musulmani paradossalmente esclude alcuni Paesi ricchi del Golfo, forse perché con alcuni Trump è in affari. Dimentica ad abbattere le Torri Gemelle furono figli della migliore borghesia saudita, non profughi siriani. Il provvedimento è un mix di barbarie e assoluta inutilità dal punto di vista della sicurezza. Per McCain, che pure è un conservatore, queste misure incoraggiano il reclutamento dell’Isis».