La lingua italiana protagonista del Salone del Libro di Algeri

La XXIV edizione del « Salone internazionale del Libro di Algeri », evento culturale di spicco del Paese nordafricano, ha ospitato un interessante dibattito organizzato dall’Ambasciata italiana ad Algeri sul tema dell’italiano, lingua di comunicazione e ponte fra le culture.

Fulcro dell’incontro « L’avventura letteraria e linguistica di Amara Lakhous » dedicata al famoso autore italo-algerino, conosciuto per le sue opere dal taglio satirico e pungente, capaci di restituire al lettore un quadro brillante e, al tempo stesso, divertente delle nostre società multiculturali in cui emergono stereotipi e contraddizioni. Dall’esperienza di Amara Lakhous, conduttore del dibattito, è emerso il ruolo cardine della lingua, veicolo di formazione individuale e di conoscenza verso ciò che percepiamo come estraneo e diverso.

Sempre in occasione del Salone del Libro, è stata organizzata una conferenza dedicata alla centralità del linguaggio artistico nello sviluppo della cittadinanza che ha visto la partecipazione della scrittrice e giornalista italiana Paola Caridi, mentre, in un apposito incontro, Amara Lakhous e il professore Francesco Leggio hanno discusso il tema attuale e controverso della « cittadinanza attiva » nelle società contemporanee.

 

Fonte: esteri.it