Tunisia: “Leggi e lascia leggere”, le biblioteche a portata di mano


Biblioteche sulle banchine? Libri nelle stazioni della metropolitana? L’iniziativa è stata ingegnosamente ideata da AIESEC Medina, l’organizzazione internazionale studentesca presente in Tunisia, con il nome “Leggi e lascia leggere”.
Il responsabile del progetto, Iheb Jouini, contattato da HuffPost Tunisia, ha spiegato che l’iniziativa si propone di rispondere a due principali problemi quotidiani nel Paese, vale a dire il ritardo di trasporto pubblico e il fatto che i tunisini leggano poco.
Secondo un sondaggio condotto dalla Emrhod Consulting nel 2015, il 79% dei tunisini non ha libri diversi dal Corano o da riviste; solo l’8% ha acquistato un libro negli ultimi 12 mesi e l’81% non ha letto nessun libro nell’ultimo anno (ad eccezione del Corano).
Per questo motivo, le biblioteche hanno “investito” 5 stazioni della metropolitana: Bab Saadoun, Barcellona, Artigianato, 10 Dicembre e la stazione ferroviaria di Tunisi.