Italia-Tunisia: Dellai, un piano Marshall per la sponda sud del Mediterraneo


"In Tunisia si gioca una scommessa essenziale per tutta l'Europa: sconfiggere il terrorismo fondamentalista attraverso un modello innovativo di democrazia araba e non attraverso un regime autoritario. Tra i paesi che hanno conosciuto la cosiddetta primavera araba, si tratta di un esperimento unico che va sostenuto su tutti i piani".
Ne è convinto Lorenzo Dellai, coordinatore di parte italiana del Comitato di raccordo tra la Camera dei Deputati e il parlamento tunisino in un incontro che si è tenuto a Tunisi alla presenza del presidente dell’assemblea legislativa tunisina, Mohamed Ennaceur.
"Sappiamo bene però - ha aggiunto Dellai) - che accanto alla dimensione politica e di sicurezza, occorre che scatti urgentemente un piano europeo di sostegno e cooperazione economica con la Tunisia, una sorta di Piano Marshall, per evitare che nelle diffuse aree di povertà e disoccupazione giovanile cresca la tentazione della fuga nel terrorismo jihadista e che la scommessa democratica perda il consenso del popolo. L'Italia deve essere in prima fila in questo progetto. La democrazia e lo sviluppo della sponda Sud del Mediterraneo sono l'unico muro che possa difenderci dal terrorismo".