L’Africa da continente assistito diviene partner d'affari

24-06-2014 - Analisi, Opinioni - paesi arabi

Nel 2013 è stata registrata una crescita media del Pil africano intorno al 4% rispetto alla media mondiale del 3%. Le proiezioni future sono promettenti, con un'ulteriore crescita del 4,8% nel 2014, fino al 5-6% nel 2015

Oltre ai problemi di sicurezza di alcuni paesi del continente, un freno all'economia è costituito dalle leggi restrittive sulla circolazione, anche a livello regionale.

Per quanto riguarda l'industria, i Paesi africani potrebbero inserirsi in stadi di produzione globale, specializzandosi in alcuni settori, non necessariamente di basso valore, senza dover sviluppare intere industrie. Su questo aspetto il contributo dell'Africa resta modesto, ma in crescita. L'Africa è un continente ricco di risorse e lavoro, ma invece di attrarre investimenti esteri con agevolazioni fiscali sarebbe utile rimuovere le barriere all'integrazione, modernizzare le infrastrutture e abbassare le tariffe d'importazione per i beni intermedi, oltre a promuovere agricoltura e occupazione.  


← Ritorna indietro