Economia in crescita ma vulnerabile

07-06-2013 - Economia, Finanza - Bahrain

Il futuro dell’economia del Bahrain sarà influenzato dalla situazione interna e dalla produzione di petrolio. Secondo il Fondo Monetario (FMI), nonostante l’attività economica sia in crescita dopo la crisi del 2011, permangono tensioni politiche che non favoriscono l’attrazione di investimenti. L’FMI prevede una crescita moderata del settore non idrocarburi, inferiore a quella degli anni precedenti.

Nel 2012 le entrate totali hanno superato gli 8 miliardi di dollari. La crescita del settore non idrocarburi ha bilanciato la forte contrazione della produzione petrolifera dovuta all’interruzione delle attività nel campo petrolifero di Abu Safa, riprese alla fine dell’anno. Il disavanzo di bilancio è stato di 602,8 milioni di dollari, al di sopra delle previsioni basate su un prezzo contenuto del petrolio.

BAHRAIN: Principali indicatori economici, 2008-2012

 

2008

2009

2010

2011

2012 previsioni

Pil reale – variazione %:

6,3

3,2

4,7

2,1

4,8

 

idrocarburi

0,4

-0,8

1,8

3,4

-8,5

 

non idrocarburi

7,2

3,8

5,2

1,9

6,6

 

Pil nominale (miliardi di $)

22,2

19,3

21,5

25,9

27,1

 

Tasso di inflazione

3,5

2,8

2,0

-0,4

2,8

 

VARIABILI DI BILANCIO (in percentuale del Pil)

 

Entrate totali, di cui:

32,4

23,8

27,2

29,2

29,9

(8,1 mld $)

 petrolio

27,7

19,8

23,2

25,7

26,1

(7,0 mld $)

Spesa totale

24,7

28,7

32,6

29,3

31,0

(8,7 mld $)

Saldo di bilancio

4,9

-6,6

-7,0

-1,7

-2,6

(-0,6 mld $)

BILANCIA COMMERCIALE (miliardi di $)

 

Esportazioni, di cui:

17,3

11,9

13,6

19,6

19,8

 

petrolio e derivati

13,8

8,9

10,2

15,5

15,2

 

Importazioni

14,2

9,6

11,2

12,1

13,2

 

Riserve ufficiali:

3,8

3,5

4,8

4,2

4,9

 

equivalenti a mesi di import:

4,1

3,3

4,2

3,4

4,0

 

Fonti: autorità del Bahrain e stime FMI

 

 

 


← Ritorna indietro